DANIEL CUNDARI Pandæmonium

Autore DANIEL CUNDARI
Curatore Nino Cannatà
Editore LYRIKS
Anno 2020
Pagine 48
Formato 15×15 cm
Prezzo libro € 8.00
Per info e prenotazioni info@lyriks.it

DANIEL CUNDARI – Pandæmonium

Si aggiunge un nuovo prezioso libretto alle edizioni LYRIKS, in seguito al primo numero della collana POIESIS/Essenza del Poeta dedicato a Lorenzo Calogero per i suoi 110 anni dalla nascita e al secondo libretto dedicato a Sante Notarnicola.
Pandæmonium, cronache poetiche dall’isolamento è una pregiata raccolta con 10 nuove poesie di Daniel Cundari scritte a Barcellona durante il recente isolamento per il lockdown e nate da suggestioni ispirate dalla storia della musica e da una profonda e attuale riflessione, come solo i poeti possono fare.
Libri fuori dal tempo e dallo spazio, in cui suono e immagine si mescolano per ritrovare la propria dimensione originaria. Per questo motivo, lo spirito di Pandæmonium sarà arricchito dalla presenza di un bozzetto originale di Edoardo Tresoldi, lo scultore e scenografo italiano noto in tutto il mondo per le sue installazioni in rete metallica. Bozzetto preparatorio per l’installazione dal titolo “Opera” allestita in forma permanente sul lungomare di Reggio Calabria lo scorso 13 settembre 2020.
La raccolta poetica di Cundari è seguita da un apparato critico con contributi importanti a cura della poetessa cubana Giselle Lucía, del maestro del racconto breve spagnolo Ginés Cutillas e dell’antropologo Mauro Francesco Minervino
Daniel Cundari poeta e performer plurilingue molto apprezzato all’estero, già Premio Lerici Pea e Genil de Literatura, si è esibito in vari Paesi del mondo, dalla Cina alla Serbia, dal Messico alla Slovacchia, dal Cile a Cuba, dalla Spagna alla Francia. 

Il termine inglese PANDÆMONIUM (tutti i demoni) fu creato nel 1600 dal poeta inglese John Milton che, parafrasando il greco Pantheon (tutti gli dèi), lo utilizzò nel primo libro del Paradiso perduto.

Ed è sempre John Milton nella citazione in esergo a ricordarci che:
La Bellezza è la moneta della Natura, non bisogna accumularla ma farla circolare.

#Pandæmonium
#DanielCundari
#Poiesis
#edizioniLYRIKS